IMG_6111
Degustazioni, Enoesperienze, Eventi

Bottiglie di 20 anni per festeggiare 20 anni di Summa

9 etichette simbolo di Summa per celebrarne il ventesimo anniversario. Ripercorriamo la storia della manifestazione di Alois Lageder con bottiglie di almeno 20 anni.

 Weingut Schloss Gobelsburg – Schloss Gobelsburg Ried Heiligenstein Riesling 1983

IMG_6092

Weingut Schloss Gobelsburg

Da una delle aziende più antiche dell’Austria questo Riesling si presenta con un incredibile colore giallo dorato, limpido e brillante. Il naso, di grande ricchezza presenta lievi note di idrocarburi caratteristiche del vitigno Riesling. Tuttavia, a dominare sono aromi di frutta gialla matura, nonché sentori dolci di miele e pasticceria. In bocca sorprende per la grande freschezza dovuta da unfinale dalla spiccata acidità. Grandissimo Riesling da annata calda!

Alois Lageder – Löwengang Chardonnay 1995 (Magnum)

IMG_6094

Alois Lageder

Il capolavoro di Alois Lageder, lo chardonnay Löwengang quest’anno festeggia 30 anni dalla prima edizione e con questa vecchia annata si conferma uno dei migliori bianchi d’Italia. Infatti, i terreni calcarei, tipici della zona di Magrè, donano a questo Chardonnay longevità ed opulenza. Affinato in barrique, il Löwengang dimostra di aver assorbito egregiamente il legno, si scorgono sentori di pompelmo rosa ed una piacevole nota tostata. Al palato la sua vena minerale ed il finale caratterizzato dai sentori di mandorla, noccioline ed arachidi, lo rendono uno dei grandi Chardonnay Italiani.

Boscarelli – Boscarelli 1988

IMG_6096

Boscarelli

Boscarelli, realtà storica di Montepulciano, viene proposto questo blend di Sangiovese 90% e Cabernet, fermentato in cemento e poi affinato in Tonneau. Si presenta con un naso un po sommesso e chiuso dove si percepiscono note di spezie dolci  e frutta molto matura. In bocca è certamente più vivo, anche se ha forse superato il suo picco evolutivo. Probabilmente la bottiglia meno emozionante della degustazione.

Azienda Agricola Costanti – Brunello di Montalcino Riserva 1995 (Magnum)

IMG_6097

Azienda Agricola Costanti

Il 1995 è stata un’ottima annata a Montalcino, dove sono stati ottenuti vini di grande finezza ed eleganza. Il Brunello di Montalcino riserva 1995 di Costanti fermenta in acciaio per poi affinare in botti grandi di rovere di Slavonia per 3 anni, successivamente riposa per un altro anno in bottiglia. Naso molto fresco, giocato sulle note di mirtillo e mora con profumi che ricordano il cuoio. Al palato si avvertono ancora bene i tannini, ma la spiccata acidità rende la bevuta piacevole ed equilibrata. Un Brunello Montalcino un po timido, che necessita di diversi minuti per rivelarsi appieno nel bicchiere.

Antinori, Tenuta Guado al Tasso – Guado al Tasso 1997

IMG_6098

Antinori, Tenuta Guado al Tasso

Etichetta simbolo di Bolgheri, 60% Cabernet, 30% Merlot, 10% Syrah, affinato in barrique nuove per 14 mesi. Naso di grande potenza, dove è facile avvertire subito note di spezie dolci, rosmarino, alloro e un’invitante nota affumicata. Al palato i tannini sono setosi ed il sentore affumicato è percepibile anche nel retrogusto. Questo Guado al Tasso, ha di certo raggiunto il suo picco evolutivo che lo fa essere, ad oggi, uno dei migliori vini fatti a Bolgheri nel 1997.

Castello di Ama – Chianti Classico Vigneto La Casuccia 1995

IMG_6101

Castello di Ama

Questo Chianti Classico proviene dal vigneto “La Casuccia” di 13 ettari, posto a 500 metri sul livello del mare, uno dei migliori dell’azienda Castello di Ama. Il vino, blend di Sangiovese (80%) e Merlot, è stato affinato in Barrique di rovere francese per l’80% nuove. Si presenta con un naso leggermente ridotto, dove si avvertono note erbacee e di crauti. Al palato il vino risulta più succoso, con piacevoli sentori di frutta rossa e un ricordo di affumicatura. Chianti Classico che fa dell’opulenza il suo punto di forza.

Società Agricola Montevertine – Montevertine Riserva 1997

IMG_6102

Montevertine

Dopo una prima bottiglia sfortunata (tappo), prontamente sostituita, riusciamo a degustare questo vino meraviglioso. 90% Sangiovese, 10% Canaiolo, fermentazione in cemento, poi 24 mesi in botti grandi di rovere di Slavonia e un altro anno di affinamento in bottiglia. Naso sontuoso, caratterizzato da cremose note di frutta rossa, di cuoio e un leggero accenno di sottobosco. In bocca è un portento: grande acidità e persistenza. Tuttavia non è spigoloso ma morbido pur non sembrando mai piacione. Equilibrio perfetto, un grandioso Montevertine!

Petrolo – Torrione 1996

IMG_6103

Petrolo

Dalle colline intorno ad Arezzo nasce questo blend di Sangiovese (80%), Cabernet e Merlot. Fermentazione che avviene in barrique e botti grandi, l’assemblaggio in cemento e l’affinamento di nuovo in barrique per 15 mesi. Nonostante l’annata non sia stata tra le migliori per Petrolo (piuttosto fredda) questo Torrione si dimostra in ottima forma. Grande potenza al naso, dominato da sentori di frutta molto matura (prugna), tuttavia in bocca mantiene un’invidiabile freschezza che lo rende agile e scattante. Davvero una piacevole sorpresa!

Weingut Peter Jakob Kuhn – PJKuhn Riesling Beerenauslese 1996

IMG_6105

Weingut Peter Jakob Kuhn

Chiudiamo questa magnifica degustazione per i 20 anni di Summa con dolcezza. Questo Riesling Beerenauslese è un vino certamente estremo, ma è proprio questa caratteristica a farlo essere incredibilmente buono e godurioso. Grado zuccherino spaventoso (320g/l) bilanciato da un acidità sferzante: equilibrio perfetto!

 

 

Previous Post

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply